Patologie Invernali:cura e prevenzione con l'omeopatia

img5

Non solo medicina allopatica nella prevenzione e cura. Da circa 80 anni Oscillococcinum è utilizzato in 60 paesi. In Francia, per esempio, è il prodotto antinfluenzale più venduto per il trattamento dei sintomi influenzali e simil-influenzali. E non è l'unico rimedio disponibile
Nella cura dei sintomi dell'influenza, delle sindromi simil-influenzali e delle malattie da raffreddamento tipiche della stagione invernale, i medicinali omeopatici possono rappresentare una valida scelta terapeutica.
Oltre all'efficacia - spiega il Prof. Edoardo Felisi Pneumologo, esperto in Omeopatia e docente di Medicinali omeopatici presso la Facoltà di Farmacia dell'Università degli Studi di Pavia - i medicinali omeopatici presentano numerosi vantaggi: la rara incidenza di effetti collaterali sempre di intensità modesta, l'utilizzo prevalente di sostanze naturali (minerali, vegetali o animali) e l'assenza di tossicità, caratteristiche che li rendono adatti a tutte le età. La terapia omeopatica, inoltre, può essere associata all'assunzione di altri farmaci e di conseguenza è adatta anche per pazienti politrattati. Altro vantaggio dei medicinali omeopatici è la significativa riduzione del cosiddetto effetto "rebound" dei farmaci allopatici, cioè il rischio che i sintomi si ripresentino una volta interrotta la loro assunzione.
I prodotti omeopatici giocano un ruolo chiave anche in fase di prevenzione. In particolare l'autolisato di fegato e cuore di Anas Barbarie, per il quale esiste un'ampia documentazione clinica, è utile nella prevenzione e nel trattamento delle sindromi influenzali, para-influenzali e delle virosi in genere sia nell'adulto che nel bambino. Oscillococcinum è particolarmente indicato per i soggetti più sensibili al contagio, come anziani e bambini. Inoltre, è un aiuto per coloro che non possono o non vogliono vaccinarsi e per chi si è già vaccinato, ma desidera estendere la propria protezione a tutte le malattie da raffreddamento, sostenute da virus diversi da quelli influenzali. Come trattamento preventivo è consigliabile assumerne una dose alla settimana per tutto il periodo di maggiore esposizione all'influenza e alle sindromi para-influenzali cioè da settembre a marzo. Il prodotto non presenta effetti collaterali significativi e può essere utilizzato anche in associazione ad altre terapie.
Un valido aiuto nella prevenzione è rappresentato anche dal macerato glicerico di Ribes nigrum o dalla tintura madre di Echinacea. Trattandosi di fito-gemmoterapia, è bene ricordare che si può usare con sicurezza nei bambini solo di età superiore ai 7 anni. La posologia va da 10 gocce per i bambini fino a 40 gocce per gli adulti, una volta al giorno per 20 giorni al mese. Dopo una pausa di 10-20 giorni, si potrà poi ripetere il trattamento.
In fase di cura, poi, sono numerosi i rimedi omeopatici, fitoterapici o gemmoterapici che possono essere utilizzato da soli o in ausilio di altre terapie contro le patologie invernali.

L' Omotossicologia per la prevenzione e la maggior efficacia dei vaccini allopatici consiglia:
Omeogriphi un tubo dose la settimana e Citomix 2 granuli al giorno, tutto da sciogliere sotto la lingua a digiuno.
Ti aspettimo per tanti consigli personalizzati.